28 November 2017

TRAVEL: Bologna, a warm week at home


Sono trascorsi 2 mesi dalla nostra settimana a Bologna e nonostante tutte le mie buone intenzioni non ero ancora riuscita a sedermi per scriverne un post.. fino ad oggi.

Così eccomi...

Siamo partiti il 27 settembre all'alba da Gatwick, dopo due notti insonni (non chiedetemi il perché, ogni tanto vado in tilt) più altre due notti in bianco perché avevo cambiato letto.. (alla fine ero una pezza quasi da buttare ma felice di essere a casa!).

Ritirata la macchina a noleggio ci siamo subito diretti in centro, perché qual'è la prima cosa che fai quando arrivi a Bologna se non fiondarti in una delle osterie del centro storico e ordinare un piatto di tagliatelle al ragù?
Siamo stati fortunatissimi con il tempo questa volta.. non era freddo, non era caldo.. era semplicemente perfetto!.. Abbiamo camminato per Via Zamboni perdendoci tra la folla delle matricole fino a raggiungere Piazza Verdi e il Teatro Comunale. Ti ho chiesto dove fossero i giardini del Guasto, dove nonostante i miei 13 anni a Bologna non ero mai stata e dove tu invece nel solo primo mese a Bologna l'avevi scelta un pò come la tua seconda casa. Eravamo giovani nel lontano 2002 e tutto o quasi era lecito. 
Abbiamo continuato per via delle Moline fino a raggiungere via dell'Orsa e la famosa omonima osteria, per l'appunto Osteria dell'Orsa.
E' strana la sensazione di sentirsi quasi come una turista in un luogo che conosci e ami profondamente. Perché io Bologna la amo più di qualsiasi altro luogo dove abbia mai vissuto o sia stata. Una parte di me è ancora li e li rimarrà. Un giorno tornerò a viverci, lo so.

Con la pancia piena abbiamo continuato il nostro giro che ci ha portati nella seconda tappa obbligata: Piazza Santo Stefano!
Quanti giorni di Settembre ho trascorso seduta a scrivere nei gradini di questa piazza! 
Settembre ha sempre significato il rientro a Bologna dopo un agosto intero trascorso in Sicilia. Significava innamorarsi, riprendere a cantare, comprare un agenda nuova, guardare i tramonti dalla mia camera al quinto piano dove ho trascorso 8 anni della mia vita.. prima di diventare grande insieme a te.
Siamo rimasti li per un bel pò a farci scaldare dal sole e a farci inebriare dall'incredibile bellezza di questo posto finché al calar del sole, lentamente, ci siamo diretti in quella che da 7 anni a questa parte è diventata la mia "home away from home". 
Un piccolo appartamento super carino e con una grande terrazza piena di piante e di sole di proprietà della mia amica del cuore. Stare da lei fa parte del bello di tornare.
Ed eccola la mia Robbina insieme a me in uno dei nostri locali preferiti del centro, "Camera a Sud". Non c'è niente di meglio che trascorrere le serate attorno ad un tavolo a bere del buon vino e a mangiucchiare crostini! 
Lei talaltro è anche una gran cuoca nonché, insieme al marito, grande organizzatrice di pranzi/cene. 
La domenica infatti l'abbiamo trascorsa tutti insieme nella loro bella casa immersa nel verde delle colline Bolognesi.  Non mangiavo così bene da parecchio, per non parlare dell'atmosfera, del calore, dell'affetto.
Siamo stati davvero benissimo!

Altra tappa obbligatoria è la reunion dei Dr. Groove, la band con cui ho cantato per parecchi anni, a casa del bassista. Ci riuniamo tutte le volte che possiamo ed ogni volta la famiglia è sempre più numerosa.. da notare il biberon accanto la bottiglia di vino!!

Un'altra osteria del centro dove amiamo andare  è il Marsalino in via Marsala 13, ottimi piatti e atmosfera super rilassata.

Che aggiungere se non che Bologna è proprio tutta da godere per il cibo delizioso, l'architettura, l'arte, la musica, i musei, le mostre, i bellissimi negozi... il centro tralaltro è abbastanza piccolo quindi se si ha voglia di fare due passi si riesce a girare quasi tutto in un pomeriggio.
Come potrete immaginare.. andar via è sempre traumatico.

A presto
Annalisa
SHARE:

No comments

Post a Comment

Blogger Template Created by pipdig