10 July 2010

Professione reporter

La proprietaria della casa di oggi è una corrispondente di guerra per il Times di Londra ed editorialista per Vanity Fair e vive nel famoso quartiere di Notting Hill a Londra ovviamente.
Il suo appartamento è un classico flat all'inglese, di tradizione vittoriana, con le stanze divise su due livelli. Interni dal sapore bohémien dai colori diversi ma decisi, con oggetti e mobili di varia provenienza, stracolmi di foto e ricordi dei continui viaggi.
L'accogliente e piccolo ingresso della casa, dalle pareti candide, è cosparso di cristalli, pietre e conghiglie perchè, secondo le regole del Feng Shui, all'ingresso di una casa gli oggetti naturali e bianchi attirano le energie positive.

La cucina doveva essere "riscaldata" e così si è deciso per il color turchese.

Un angolo della cucina dalle pareti turchesi.

La camera da letto doveva trasmettere calma, per cui la scelta del celeste pastello. Le lenzuola e la coperta all'uncinetto sono un ricordo di famiglia, su una parete del soggiorno i premi vinti.

Per il soggiorno invece un verde acqua per stimolare la fantasia.
Il vero centro della casa è proprio il soggiorno, dove spesso la proprietaria lavora anche se ha a disposizione un piccolo studio al livello inferiore. Qui il grande bovindo è colmo di piante di gerani bianchi mentre il tavolo in radica anni '60 è un regalo di amici.
Sul grande camino in pietra spiccano i due premi che Amnesty International le ha donato come corrispondente di guerra.

Nel soggiorno troneggia un grande ritratto trovato al mecatino londinese di Camden.

Le pareti di tutta la casa sono ricoperte di foto di guerra.

La piccola scala che porta al terrazzo.

L'angolo preferito dalla proprietaria è la piccola terrazza sul tetto della casa arredata con gusto tutto mediterraneo.

Una vecchia consolle supporto a foto di viaggio, un vecchio tavolo di famiglia ridipinto.

Uno dei piccoli camini della casa.

Nel bagno il fucsia acceso è stato scelto per annullare le energie negative.


2 comments: