22 June 2010

La signora delle rose

Siamo nella casa di campagna di una interior designer londinese.

Una grande casa immersa in una dolce valle del Gloucestershire, campagna tra le più belle d'Inghilterra, con un giardino che scende fino al fiume.
La casa è una costruzione in pietra che risale al 1680. Un tempo era una fattoria e nella ristrutturazione hanno cercato di mantenere per quanto possibile tutti gli elementi originari. Solo in portico esterno è stato trasformato in una vera stanza, che da una sensazione di esterno-interno, con il tavolo da pranzo, la panca, i tanti cuscini e i quadri alle pareti.

Al piano terra, il grande soggiorno è riscaldato da due divani colorati, uno giallo e l'altro rosso.

Sparsi ovunque cuscini, coperte e scaldapiedi rivestiti dai tessuti disegnati dalla proprietaria. In tutte le stanze sono stati allegramente mescolati mobili e oggetti di epoche e provenienze diverse.
Un angolo della biblioteca.

La grande cucina è invece caratterizzata dal bianco e rosso. Sulle mensole, parte della collezione di tazze e piatti di ceramica, cercati con passione in tutti i mercatini.

Al primo piano, le quattro stanze da letto. Quella in bianco e lilla è la camera della padrona di casa.

Le altre stanze, alcune con trionfali letti a baldacchino, si aprono tutte sul corridoio bianco e verde acqua.
Nella camera da letto,un grande specchio dorato.

Un tocco romantico anche per i semplici appendini.

Motivi floreali in una delle camere per gli ospiti.

In un altro bagno le tende non sono altro che delle spugne colorate.

La mansarda, al secondo piano, è il paradiso dei bambini: accogliente, colorato e pieno di giochi.

In tutta la casa sono sparse brocche in ceramica trasformate però in portafiori.

La piccola depandance che si trova in un angolo del giardino è adibita a laboratorio.

1 comment:

  1. la cucina e il portico sono le mie stanze preferite e molto consone ai miei gusti. e mi ha fatto impazzire la cassettiera verde in camera! che meraviglia!!!
    spero le cose vadano meglio (come umore) dai che la lontananza durerá ancora poco.. pensa che noi siamo stati due anni lontani e separati dalla manica e da mezza europa.. e con forse si resiste, soprattutto se si ha un obiettivo comune alla fine (e nel tuo caso a brevissimo termine). Io sarei piú preoccupata all'idea di trasferire tutte le tue cosine in un solo volo d'aereo (ma come fai??) O_O noi abbiamo fatto il trasloco in macchina sia la prima volta quando é salito lui da sola, poi io con la mia dopo 6 mesi (poi io son ritornata dopo 1 anno e mezzo e sono stata in italia per due anni) e infine con un furgone straboccante l'ultima volta un anno fa! voi invece deduco salirete solo con valige?
    riguardo la mia casina, grazie per il supporto :) i lavori (i bagni intanto) inizieranno lunedi 28, stasera abbiamo l'architetto con cui discuteremo dell;estensione che a questo punto si fa (paura paura paura) e poi si vedrá quando inizieranno i lavori di quella...

    un bacione

    fede

    ps ovvio che ci si deve vedere una volta che sei stabilita qui, e che noi siamo piú rilassati con la casa.. ogni 1-2 mesi cerchiamo di fare una scappata a londra e sarebbe bello incontrarsi! in che zona abiterete?

    ReplyDelete