27 June 2010

Festa a sorpresa

Questo che ho appena trascorso è stato uno dei week end più belli della mia vita!
Come vi avevo anticipato l'avrei trascorso con due mie carissime amiche.. solo che all'ultimo momento una della due ha dato forfait..
Torno a casa dopo il lavoro stanca come sempre e con nessuna voglia di prepararmi.. tanto mi aspettava una serata tranquilla con la mia amica del cuore.. ma ad un certo punto, non so perchè, sento l'esigenza di raccogliere i capelli, truccarmi e mettere qualcosa di carino.
Mia sorella aveva previsto una serata nella pizzeria di un loro conoscente.
Andiamo in stazione a prendere Ila e ci avviamo verso questo posto.
Arrivati in questo locale sperduto nella campagna della bassa bolognese.. ci avviamo dentro una sala.. che mi accorgo essere tutta buia, così penso.. magari c'è un compleanno e aspettano che entri la torta con le candeline accese e invece appena metto piede dentro si accendono le luci e un boato di mani, voci, chitarre e canti mi investe!
Rimango immobile per 5 minuti buoni.. davanti a me una scena bellissima.. tutti i miei più cari amici riuniti per un'unica occasione, salutarmi con un unico grande abbraccio.
Ho rivisto come in un film gli ultimi 13 anni della mia vita bolognese.. gli amici dei primi anni che hanno seguito con passione i progressi della mia prima band, i Matilda Mother.
Le amiche degli anni più maturi, gli amici universitari di mia sorella, diventati anche miei amici, i ragazzi della mia ultima band, i colleghi e gli amici d'infanzia anche loro a Bologna da parecchi anni.
La commozione è stata così intensa che è rimasta tutta intrappolata dentro me, non ho versato neanche una lacrimuccia ed ero felice, felice come poche volte nella mia vita mi è capitato di essere.
Sapevo di essere fortunata, ve l'avevo detto.. ma venerdì ho avuto una grandissima conferma e una straordinaria dimostrazione di affetto!
Ovviamente mi hanno fatto cantare, e con piacere ho dedicato a tutti loro un piccolo repertorio.
Ieri sera invece l'ho trascorsa con l'altra mia amichetta.. cena a casa sua e poi in centro a visitare la bellissima opera di Niccolò Dell'arca, "Il Compianto" e mentre eri li in contemplazione ho fatto un incontro importante breve e intenso con la persona che mi ha aiutata a diventare grande. Un abbraccio affettuoso e materno è stato più potente di mille parole.
Oggi invece mi è toccato stare a casa e lavorare come una matta.. lava, stendi, stira, sbrina il frigo... e adesso sono a pezzi. Questi ultimi giorni saranno un tour de force.. spero di riuscire a fare tutto e a non scordarmi niente.

6 comments:

  1. Dev'essere stato davvero emozionante !
    A me non hanno fatto la festa a sorpresa, ma nella mia "cena d'addio" ho pianto come una fontana !!!

    Dai che manca poco !

    Marzia

    ReplyDelete
  2. Che bello Annalisa!!! Chissà quante emozioni! Sono felice per te, a me non hanno mai fatto una festa a sorpresa ma mi piacerebbe tantissimo. Devi avere degli amici unici :D

    ReplyDelete
  3. che belle le feste a sorpesa!!io ne ho organizzate alcune ma come Blueberry non me ne hanno mai fatto!devono essere bellissime!un insieme di emozioni!manca poco alla partenza!una nuova vita ha inizio!sara' bellissima vedrai..

    ReplyDelete
  4. Aiuto Annalisa, inconsapevolmente abbiamo scelto ancora lo stesso layout.... ahahah

    Chissà quante lacrima a una festa così!! Gli amici sono la cosa più bella del mondo xx

    ReplyDelete
  5. perchè ci mancherai, somara!
    Sabry

    ReplyDelete