21 March 2010

Noi e la nostra malsana idea..

Ricordate quando qualche post fa vi parlavo della nostra idea di trasferirci a Londra?.. beh mentre inizialmente credevo che fosse un'idea bellissima ma irrealizzabile a causa di paure, mutuo da pagare, e chi più ne ha più ne metta.. adesso sento come se la mia mente la stesse metabolizzando. La paura pian piano sta lasciando spazio all'immaginazione e all'adrenalina.. a come potrebbe essere la nostra vita in una città dove ho sempre sognato di vivere anche solo per un breve periodo..
Come per tutte le cose vanno fatte delle valutazioni e cioè mettere sul piatto della bilancia i pro e i contro di una scelta importante come questa e di conseguenza decidere.
I pro:
  • Vivere in un paese civile come la Gran Bretagna è sempre un guadagno.. non credo che da questo punto di vista sentirei la mancanza dell'Italia.. adesso poi meno che mai!
  • Londra è senza dubbio la seconda capitale mondiale subito dopo New York.. sicuramente è un terreno fertile per riuscire a concretizzare qualcosa lavorando duro e credendoci!
  • Adoro l'architettura anglosassone, mi sembrerebbe di vivere dentro un sogno.. per lo meno per un primo periodo!.. Mi è capitata la stessa cosa quando dalla Sicilia mi sono trasferita a Bologna.. credo di essere rimasta così tanto folgorata dalla bellezza di questa bella città medievale che per anni ho girato per le vie del centro con il cuore pieno di amore e di gratitudine!


  • Adoro la lingua inglese e tutto quello che è britannico.. partendo dall'uomo che mi sono sposata quasi 3 anni fa!
  • Non ci crederete ma io impazzisco anche per la cucina britannica.. lo so non hanno molti piatti tradizionali ma quei pochi sono davvero deliziosi!
  • Abbiamo una meravigliosa famiglia anche li..
  • Nel caso mio marito riuscisse a trovare l'occasione che cerchiamo (unico presupposto fondamentale che potrebbe farci fare il passo) potrei finalmente raffinare il mio inglese (una volta per tutte) e dedicarmi finalmente a quelle che sono le mie passioni..
  • Realizzerei un sogno!
I contro:
  • mi mancherebbe immensamente Diego, mio nipote, l'idea di non poterlo vedere crescere giorno per giorno sarebbe una perdita incredibile..
  • mi dispiacerebbe lasciare tutti i miei amici
  • Lasciare una situazione tranquilla e stabile.. la comodità di una città che conosci a menadito.
  • Lasciare la mia casetta che ho arredato con amore e attenzione (anche se non ho alcuna intenzione di vendere o affittare).. l'idea sarebbe avere la possibilità di continuare a pagare il mutuo qui e un affitto a Londra... ci vogliono molte risorse lo so!.. ma il marito intelligente non l'ho sposato mica per niente!! :O))
Conclusioni:

Ho riflettuto per qualche minuto su "i contro".. ma non ne ho più trovati...
I miei genitori sono già lontani quindi fare un ora e mezza di aereo per vederli invece che due non credo cambierebbe di molto la situazione..
La mia amica del cuore vive già a Milano con la prospettiva di trasferirsi a Boston quindi..

Mi sembra che "i pro" vincano o mi sbaglio??
Voi che dite?

14 comments:

  1. bUONDì Annalisa,

    se mi è permesso dirti cosa penso....BUON VIAGGIO CARA!!!!!
    In fondo nessuno ti vieta di ritornare dove sei!
    Felice primavera, Anna.

    ReplyDelete
  2. Guarda Annalisa, personalmente mi avevi già convinto al primo pro....però non faccio testo, perchè io a Londra ci ho vissuto per due mesi e se avessi le tue stesse opportunità non so se ci penserei molto....Londra è una città unica e ti rimane dentro a vita. Sicuramente è impossibile dimenticare le proprie origini però credo che superati i primi momenti di sconforto dopo non vorresti più tornare indietro. Aspetto con ansia di sapere cosa deciderai ma ho un buon presentimento che i pro vinceranno su tutto!!!
    Ovviamente prepar una stanzetta che verremo tutte a trovarti.. ;) Bacione

    ReplyDelete
  3. Grazie ragazze.. grazie davvero per il supporto!.. le vostre parole mi hanno dato forza.. me ne servirà parecchia per riuscire nell'impresa!
    Vi prometto che una stanza sarà sempre a disposizione!!!

    ReplyDelete
  4. @Ale: Una volta una giovane insegnante scozzese a seguito di una mia richiesta mi disse, con uno tra gli sguardi più amorevoli che io abbia mai visto " Anything for you..! ".. quelle parole e la sua intenzione da 20 anni me le porto nel cuore.. giro le stesse parole a Diego.. "Anything for Diego e la mamma di Diego".. Nel caso ci sarà sempre una culla e non solo quella!

    ReplyDelete
  5. altri pro: hai gia' una probabile amica, io!!! trovi tutte le culture del mondo, tutte le cucine del mondo, arte, musica, cultura a go go.
    contro: purtroppo spesso e' grigio, spesso pioviggina, ma e' un tempo tutto londinese, e' il vestito di londra che poi ti fara' apprezzare le giornate con il cielo blu. altro contro e' che e' carissima, affitti e trasporti e locali. altro contro, gli inglesi... non sono poi cosi civili, non sono simpatici e non sono friendly... ma nel mondo esistono sempre le eccezioni, e poi per me era cosi anche quando vivevo a torino quindi...
    altro pro: ryanair costa meno di trenitalia!!!
    fammi sapere. scusa se nn ti ho scritto ma ho iniziato questa settimana il mio nuovo lavoro e ho una nuova casa!
    a presto
    v

    ReplyDelete
  6. che bello da come e parli Londra è la tua città
    non rinunciarci

    ReplyDelete
  7. cara, io non arrivo a guadagnare neanche 20.000 annue eppure sopravvivo bene. insomma, io sono dell'opinione che se c'e' energia e se c'e' un desiderio forte, questi due ingredienti ti aiutano a superare le difficolta', o almeno ad affrontarle. invece di metterci un mese per trovare casa magari ce ne metti due come me perche' il budget e' basso, ma sei a londra e prima o poi esce fuori la persona che negozia, a cui stai simpatica o ch esemplicemente ha un affitto basso anche per una casa e' bella... insomma questo per dirti che finche' non provi non saprai mai cosa ti puo accadere! a me sono successe delle cose incredibili ogni volta che "razionalmente" avrei dovuto mollare. non l'ho mai fatto, mi sono detta piuttosto vado a fare il caffe' da caffe' nero (e non mi sarebbe dispiaciuto)... io sono venuta qui a settembre per uno stage in un'agenzia letteraria,. era un mio progetto da tanto tempo e pensa che ho accettato quando stavo senza un alira e non sapevo neanche come mantenermi durante lo stage perche' ovviamente nn sarebeb stato retribuito. invece poi ad agosto mi e' capitato un lavoro che mi ha permesso di mantenermi durante lo stage. poi dopo natale ero determinata a restare, stage finito senza lavoro... quando avevo comunque gia deciso mi e' arrivata una proposta dll'agenzia dove ero work experience per un part time... e poi ancora altro stage ma alla penguin e subito dopo colloquio in un'altra agenzia letteraria, che mi ha assunta! insomma questo in breve. io qua sto bene e credimi, non amavo londra, non era mai stata la citta' dei miei sogni, ma appena ho messo piede qui ho sentito che avevamo la stessa energia io e questa citta'! e finche' sentiro questo non vado via! fammi sapere! v

    ReplyDelete
  8. Io non saprei cosa consigliarti....
    Spero tu riesca a prendere la decisione giusta.
    Io sono romana e per lavoro mi sono trasferita a Bologna, il primo anno mi sono sentita un pesce fuor d'acqua, non conoscevo nessuno e per fare amicizia ci ho messo un pò.
    Nella città felsinea ho trovato anche l'amore e ho cominciato ad apprezzare le cose belle di questa città. Il fatto che sia a dimensione "umana" è stata una delle cose che ho apprezzato di più.
    Da due anni, per vari motivi abbiamo deciso di trasferirci a Roma e devo dire che pur essendo la mia città non mi ci ritrovo più. E' troppo cautica e grande. Spesso mi prende la nostalgia e vorrei tanto tornare a Bologna dei miei amici e dal mio piccolo nipotino che ha quasi 10 mesi e chi ho visto solo... 3 volte !!!
    Ti mando un grosso in bocca al lupo.

    Marzia

    ReplyDelete
  9. io non ti conosco, se non leggendo il tuo blog. viviamo nella stessa città, io a Bologna ci sono nata e la amo tantissimo, anche se negli ultimi anni purtroppo si sta adeguando agli standard negativi delle altre città, soprattutto italiane..sono stata a Londra 10 anni fa ed è stato colpo di fulmine e l'anno scorso ad Edimburgo, solo per pochi giorni ma dopo poche ore mi sentivo a "casa". in questo momento andrei via da questo paese (rigorosamente con la p minuscola) per il clima brutto che viviamo, sarebbe la spinta più grande..ma capisco anche che non è facile lasciare un nipotino appena arrivato, ma con tutta la tecnologia (skype,fb,mail etc) forse la nostalgia sarebbe almeno un pò attuttita!
    poi è vero che ryanair forse costa meno che trenitalia.in bocca al lupo!

    ReplyDelete
  10. Io non ho mai avuto occasioni simili quando ero più giovincella, e adesso che ho avuto la possibilità di vedere un po' il mondo mi rendo conto di che cosa mi sono persa, vivere in altri paesi ti apre la mente, fallo finche sei giovane e poi......se non va hai sempre un posto dove tornare :o)
    un abbraccio
    Annalisa

    ReplyDelete
  11. Anche secondo me! SB

    ReplyDelete
  12. lanciati....almeno conosci l'inglese e ne hai uno accanto... ;)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Forse sarebbe più corretto dire "rilanciati".. ahahah io sono pronta! :)

      Delete