16 August 2010

Toni naturali

Nel cuore di Fulham a Londra, una delle più conosciute consulenti inglesi di pubbliche relazioni ha cercato di trasferire un pò di atmosfera tutta toscana.

Questo desiderio ha portato all'inizio a una completa ristrutturazione degli spazi interni e a una radicale eliminazione di tutti gli elementi di eccessivo sapore vittoriano, come gli stucchi, le cornici, ma anche i camini, spesso riportati a essere delle semplici, squadrate cavità.
Gli spazi sono poi stati unificati dall'uso, per i pavimenti, di grandi lastre in pietra, tipiche delle case toscane. Altro forte elemento unificante è stata la scelta cromatica, di estrema semplicità: pareti di un leggero color crema, mobili in legno sbiancato, mensole in marmo chiarissimo.
Sicuramente la grande cucina è l'ambiente dove salta all'occhio uno stile sospeso tra Inghilterra e Mediterraneo. Gli armadi e i piani di lavoro danno risalto al grande geometrico camino, reso ancora più importante da monumentali candelabri in pietra di gusto neogotico.

Due trionfali capitelli in pietra sono invece stati utilizzati come base per il grande tavolo da pranzo. Ad alleggerire il tutto, comode poltrone in bambù, con il rivestimento a righe.



Sulle scale un grande specchio barocco.

Stesso gusto quasi teatrale nella camera da letto. In un contesto di sapore monacale, con alle finestre tende realizzate con vecchie lenzuola di lino, spicca il letto a baldacchino, con tanto di pomoli dorati. La camera da letto tra l'altro occupa un intero piano.

Un angolo della camera da letto, con piccolo camino.

Abbattute tutte le pareti, una semplice lastra in vetro scherma il bagno e il guardaroba.

Tre punti di vista del bagno della padrona di casa.

Mobili e mensola assoluta semplicità.

l'unico elemento eccentrico è il grande vaso in terracotta di gusto rinascimentale.

Un'ultima sorpresa è il piccolo giardino sul retro della casa. Il terreno è stato ricoperto di ghiaia, i muri di divisione in mattoni sono stati imbiancati. Spiccano due enormi panche in pietra chiara, dall'aria un pò vissuta e le betulle argentate piantate in grandi ceste. In un angolo una piccola fontana.

2 comments:

  1. Ciao Annalisa, ho scoperto ora il tuo blog e sono stata catturata come una calamita dal tuo post "io" del 12 luglio: come stai ora? purtroppo penso di capirti perchè io ho vissuto la stessa esperienza quando mi ero trasferita in sardegna per lavoro (tutti pensano ad un paradiso, ma per me era una cella d'oro); non ho resistito, non avevo legami e sono "scappata" a casa, facendo crollare la mia carriera e ritrovandomi disoccupata in casa dei genitori. E' stato un brutto periodo, ma è passato. Non ho soluzioni (la mia non è stata una soluzione) ti auguro solo di raggiungere uno stato di tranquillità e non preoccuparti di cercare l'appoggio delle tue amiche. Scrivimi se ti va, ti mando un'abbraccio sincero!

    ReplyDelete
  2. Ciao Annalisa, come va? sei ancora in sicilia? bella questa casa anzi bellissima molto calda con il legno e anche essendo abbastanza semplice riesce ad essere molto particolare per la scelta di alcuni pezzi importanti che fanno la differenza, grazie baci a presto rosa

    ReplyDelete