16 June 2010

Fabbrica di idee

Siamo nell'East End di Londra, l'area che si estende oltre la city. Un classico panorama da archeologia industriale: grandi edifici un tempo sede di depositi e magazzini portuali. Qui, all'ultimo piano di un palazzo del 1839, una volta adibito a conceria, una designer ha realizzato un grande loft.

Della struttura originaria sono rimaste le grandi finestre ad arco e i pilastri di ferro, perchè già il piccolo ingresso riserva subito la sorpresa del deciso bianco e nero di un pavimento zebrato, dipinto dalla stessa padrona di casa.

Su un lato, una porta rosso fuoco nasconde il laboratorio della proprietaria e la sua fantastica collezione di zoccoli realizzati a mano diventati famosissimi alcuni anni fa in quanto utilizzati durante la sfilata della collezione Marni.

L'ingresso si apre direttamente sula grande cucina, il vero centro della casa. Il piano di lavoro in acciaio è incorniciato da una serie di pensili coloratissimi che vanno a formare una grande scacchiera tutta giocata nei toni del rosso e del viola.

Colori che del resto ritornano in altri angoli della casa, nelle porte, nelle sedie come nelle sontuose tende di velluto. Al centro della cucina domina il pesante e squadrato tavolo in pino massiccio disegnato dal marito e realizzato da un gruppo di amici.
Una lampada anni Sessanta.

Il frigorifero trasformato in album di famiglia

Il soggiorno è una miscellanea di epoche e stili.. estremamente tradizionali i due grandi divani Chesterfield di pelle trapuntata verde bottiglia di sapore Settanta; e poi i pouf di pelle di pelle e il tappeto di pecora.

Una nota anni Cinquanta viene dalle forme e dai colori della collezione di ceramiche americana disseminata sulle mensole.

La camera da letto è sicuramente più scarna. Pareti di mattoni rossi a vista e un semplicissimo letto ricoperto di cuscini in velluto viola. Viola anche due grosse bobine per cavi elettrici trasformate in tavolini e un baule da viaggio trovato a Portobello. usato per riporre lenzuola e coperte.

Orologio sveglia anni '50 che però prepara anche il te.


2 comments:

  1. Bellissima la credenza con gli zoccoli di Marni e la camera da letto! Per un attimo ho creduto che fosse la vostra nuova casa...
    Firmato il contratto d'affitto? :-)
    Bacioni

    ReplyDelete