16 March 2015

Effortless chic!

Quante di voi pensano che le inglesi non sappiano vestiri o che non sappiano cucinare?
Io, come probabilmente molte di voi, ho sempre avuto questo pregiudizio, ma da quando vivo qui in UK devo ammettere di essermi dovuta ricredere! 
E se sulle loro capacità culinarie potremmo anche intavolare una discussione, per quanto riguarda l'abbigliamento posso assicurarvi che,  alcune di loro, hanno un non so che di interessante dal quale prendere quanto meno ispirazione!
Pensavo le francesi fossero le uniche a meritare una menzione d'onore, e invece..!
Adoro lo stile semplice e apparentemente poco ricercato delle Londoners.
Qui lo definiscono effortless chic!
Un'esempio è dato dalla cosìdetta yummy mummy, la quale ha un profilo ben preciso: 
  • Abita nella parte  South-West di Londra. 
  • Ha il marito banker.
  • Due, tre se non quattro figli all'attivo.
  • Una spettacolare four bedroom victorian house.
  • Una forma fisica invidiabile.
  • Il passeggino stipato di fiori, una shopping bag di Space.nk e due tre buste della spesa di M&S.
  • Ovviamente nessuna di loro lavora.

Il loro outfit invernale tipo?

Praticamente portano a spasso con molta nonchalance un piccolo tesoretto!

Adoro soffermarmi ad osservare certi stili di vita che mi raccontano tanto del paese che mi ospita anche se c'è da dire che Londra non rappresenta l'Inghilterra così come New York non rappresenta gli Stati Uniti.
Sono nazioni dentro le nazioni. Sembrano racchiuse dentro una specie di bolla, dove tutto più o meno funziona, cambia aspetto, migliora e si trasforma grazie anche agli innumerevoli investitori che provengono da ogni parte del mondo.
L'unico problema di noi comuni mortali che ci ritroviamo a condividere lo spazio all'interno di questa gigantesca bolla, è quello di passare la vita dietro un vetro, aldilà del quale esiste tutta una serie di privilegi ai quali è quasi impossibile accedere, vedi case, scuole private e vacanze patinate allo scattare di ogni singola pausa scolastica.


Al momento, osservare mi diverte parecchio.. d'altra parte non mi pare di avere molta altra scelta! ;)

Buona settimana a tutte!
Annalisa


15 March 2015

Music, my love!

Buongiorno e buona domenica a tutte!

Per la seconda domenica di seguito mi trovo in quello che è ormai diventato il mio posto preferito dove venire a scrivere e fare colazione la domenica mattina.
Stamattina appena sveglia ci ho trascinato anche mio marito che dopo una bella tazzona di homemade granola with yogurt and berries mi ha lasciato tranquilla nel mio angolino.
Oggi voglio parlarvi di musica!
Di una novità e di un mio vecchio amore!

James Bay è un bravissimo nonché bellissimo e giovanissimo cantautore inglese che ha da poco vinto un Brits Critics' Choice Awards agli ultimi Brits Award per il suo primo lavoro che uscirà a brevissimo, il 23 di questo mese: Chaos and the Calm.
L'ho scoperto poco tempo fa e me ne sono innamorata in un nano secondo.
Hold Back the River è il suo brano di debutto che non riesco a smettere di ascoltare! 
Vi suggerisco caldamente di farlo anche voi, almeno una volta, anche se non siete delle grandi amanti di musica!
La seconda novità musicale, che poi più che una novità sono una realtà consolidata da anni, sono i Muse che a giugno pubblicheranno il loro settimo album: Drones.
Qualche giorno fa è stato trasmesso il primo singolo "Psycho".. che vabbeh che ve lo dico a fare?..
Ascoltatelo e poi fatemi sapere! Strepitosi come sempre!
Non vedo l'ora di conoscere la data del vero e proprio tour (quello che toccherà anche Londra e non solo la vicina Brighton!) 
So che il 18 luglio saranno a Roma. Se riuscite ancora a trovare i biglietti, andate perché i loro concerti sono sempre uno spettacolo imperdibile!
Purtroppo, per ragioni di copyright, per entrambi gli artisti, non riesco a pubblicare i video ufficiali ma se volete potete andare su youtube e goderveli per intero qui e qui.
Fatemi sapere se vi sono piaciuti! :)

Buona giornata a tutti!
Un bacione
Annalisa

12 March 2015

A dreamy place

Siamo solo a Marzo lo so, ma la voglia di mare e di vacanza sta cominciando ad insinuarsi sempre più insistentemente dentro la mia testa!
Prenderei un volo per Ibiza o per una qualsiasi altra isola vicina adesso.. ho bisogno di respirare un po' di aria di mare, toccare la sabbia, farmi bagnare i piedi dall'acqua salata e accarezzare dalla brezza!
Ma visto che al momento non riesco proprio ad organizzarmi mi potrei anche "accontentare" di un week end fuori porta sulla costa inglese.
Lo so, il mare non è lo stesso e neppure le temperature.. soprattutto a marzo.. però quando ho visto su un giornale l'articolo su questa casa che si può prendere in affitto non sono più riuscita a pensare a nient'altro!


Devo assolutamente andarci! Non riesco a pensare a niente di meglio che andare a vivere per qualche giorno in una casa sulla spiaggia come questa!
Questa magnifica casa si chiama Kiora e si trova nel Kent a solo un'ora e mezza di macchina da Londra.. direi che si può fare!
Certo se siete a Londra si può fare.. diversamente mi sa che bisogna organizzarsi un attimino!
Mi ci vedo proprio nella grande cucina a preparare la colazione guardando il mare dalla finestra!


A far colazione nel patio esterno..



A pranzare nella bella dining room..
o a rilassarmi nella living room con una tazza di te fumante in mano!
Bella anche la zona notte.. semplice ma accogliente!




Questa magnifica casa una volta era la dimora di un pescatore mentre oggi è un self catering che si può prendere in affitto magari insieme ad un gruppo di amici (ci sono fino a 8 posti letto) .. così che la spesa possa essere un attimo diluita!

Qui in Inghilterra i week end fuori porta di questo tipo sono molto popolari. Si può optare per il mare così come per la campagna.. la scelta è davvero vastissima! Basta inserire in un qualsiasi motore di ricerca la parola Self Catering per essere letteralmente inondati da indirizzi da cliccare!
Dopo tutto l'estate non è poi così lontana! :)

Ah giusto per ricordarvelo.. domani è Venerdì!!!
Bacioni!
Annalisa

10 March 2015

Fashion month - Part Three

Il mio ultimo appuntamento con la fashion week si è svolto durante uno dei miei due giorni liberi della settimana che guarda caso è coinciso con la sfilata di Burberry!
Ovviamente non avevo un invito.. no ahimè.. ma sapevo approssimativamente dove sarebbe stato allestito.. per lo meno sapevo dove era stato allestito durante le stagioni precedenti.
Così Oyster e macchina fotografica alla mano mi sono diretta tutta gasata verso Kensington Gardens, proprio nella parte che guarda la Royal Albert Hall. Arrivo, mi guardo in torno e davanti a me solo una gran distesa di alberi e prati verdi.
Giro, cammino, osservo, mi volto, ma niente!
Neanche l'ombra, non solo di una modella o di una celebrity, ma neppure di qualche altra sfigata come me in cerca di lustrini da fotografare!
Non mi do per vinta e chiedo informazioni ad un signore che pareva sapere il fatto suo. Scopro subito che proprio questa stagione Burberry aveva ben pensato di cambiare location.. ed io mi trovavo nella parte opposta del (immenso) parco!

Dopo una lunghissima camminata sotto anche la grandine, un oasi si apre davanti ai miei occhi.. 
Il classico tendone che Burberry tutti gli anni monta nel bel mezzo del parco!
Era chiaramente già tardissimo.. la sfilata era praticamente finita quindi sono riuscita a beccare giusto le modelle che dal backstage uscivano per andavano via.
Questo è il risultato! 





Ovviamente anche se mi sono persa il grosso mi sono divertita comunque come una bimba.. della serie chi si accontenta gode! 

Buona giornata, io scappo a lavoro!
Annalisa

09 March 2015

A comfortable outfit

E a proposito di outfit confortevoli di cui vi parlavo proprio ieri.. questo è pressapoco quello che indossavo!
1. Iris - Top in seta £125 £25

E voi cosa amate indossare durante il vostro tempo libero?

Io ho imparato a svuotare il mio armadio (complici anche gli innumerevoli traslochi) dai capi inutili che non indossavo praticamente mai o che non indossavo più, tentando di sfruttare il limitatissimo spazio che possiedo per gli abiti che indosso con piacere e che mi fanno sentire sempre a mio agio a prescindere dall'occasione.
Perché avere 10 paio di scarpe da tennis quando alla fine quello con il quale ti senti comoda è solo uno o al massimo due?
Ho imparato a investire in pochi capi ma (quando posso) di ottima fattura.
Ammetto che il mio lavoro mi aiuta parecchio in questo.. diversamente determinati oggetti del desiderio resterebbero del desiderio e basta! 
Ovviamente non tutto ciò che ti fa sentire bene, comoda e raffinata deve necessariamente costare un occhio della testa sia chiaro.. Una delle cose che adoro fare è proprio quella di scoprire nelle grandi catene, come Zara ed HM, articoli molto simili a quelli di brand famosi e costosi accaparrandomeli a prezzi super accessibili.
Il trucco è mixare il tutto con i pochi accessori (quali borse e scarpe) nei quali avete deciso di fare un investimento a lungo termine.

La maggior parte degli articoli sopra elencati hanno dei prezzi non proprio abbordabilissimi, ma ho pensato potesse essere un buon punto di partenza per trarne uno spunto! Gli high street shops sono pieni di alternative economiche..!

Prima di salutarvi vorrei porvi una domanda: Vi piacerebbero post simili a questo?.. che vi parlassi non solo di Londra ma anche del trend che va soprattutto da queste parti? 
Beh se si fatemi sapere perché io mi diverto un sacco a parlarvene!

Buona settimana a tutte e a prestissimo!

Annalisa  

08 March 2015

Fashion month - Part Two

Oggi, festa della donna, ho deciso di trascorrerla così.. doccia, un outfit comodo, il mio laptop dentro una shopping bag di cotone e via diretta affamata in una piccola caffetteria che ho scoperto non molto tempo fa a due passi da dove vivo. 
Smugglers è un angolo cornish nel cuore di Londra. Perfetto, piccolo, accogliente e con dell'ottima musica!
Mi sono messa comoda, ho ordinato un tè, un brownie e un sandwich ed ho cominciato a scrivere il mio secondo post dedicato al mese di febbraio appena trascorso tra mostre, sfilate e amiche generose! :)



Il mio secondo appuntamento con la moda si è consumato in una piovosa domenica di febbraio in compagnia della seconda amica blogger e non meno preferita Sascha di Coffee and Heels.
Ci siamo incontrate all'interno della stazione di South Kensington e insieme ci siamo dirette in una piccola mostra di moda ecologica nel cuore di Knightsbridge dove erano esposti dei pezzi molto interessanti. Anche in questo caso erano esposti ritrovati di epoche passate e paesi lontani. E' interessante vedere come gli usi e costumi di popoli vissuti centinaia di anni fa influenzino incredibilmente la moda e i trend attuali.

La sala che ospitava la mostra era allestita con famosissime stampe 
tra cui due opere di Damien Hirst, famosissimo e controverso artista inglese.

Visitata la mostra, sotto una pioggia battente, mi sono fatta forza e ho preso la metro, perché da li a poco avremmo dovuto assistere ad una sfilata che si trovava tra Holborn e Covent Garden. Purtroppo in questo caso il mio mezzo preferito (il bus) non era un option, ci avremmo messo troppo tempo!
Esclusa l'ora di fila al freddo e al gelo e i miei piedi assiderati  ne è valsa assolutamente la pena.
Dopotutto era pur sempre la prima sfilata di moda a cui assistevo!
La sfilata era quella di Pam Hogg, fashion designer scozzese. 
I capi erano un po' sopra le righe e molto punk rock.. la musica scelta grandiosa!



Grazie mille ancora Sascha per l'opportunità! Ricambierò presto con un'altra cena vegana in tuo onore! :)

A presto con la terza e ultima parte!

Buona domenica a tutte!
Annalisa

06 March 2015

Fashion month - part one

Ehilà girls!.. Tanto oramai lo sapete che di tanto in tanto, così all'improvviso, torno no??
Dopo il mio brevissimo viaggio in Italia sono semplicemente rientrata alla mia solita routine, nulla di che insomma anche se Febbraio è stato un mese abbastanza pieno. 
Sono riuscita a rivedere un paio di amiche che non vedevo da un po', ma soprattutto mi sono tuffata a pesce nell'atmosfera elettrizzante di uno dei due periodi più modaioli dell'anno!
Tutto è cominciato con la bellissima mostra allestita al Victoria & Albert Museum dedicata agli abiti da sposa: Wedding Dresses 1775-2014, dove, tra i vari e bellissimi abiti di epoche passate, 
ho avuto il privilegio di vedere con i miei occhi abiti meravigliosi che hanno colpito l'immaginario comune degli ultimi anni, come, per esempio, l'abito da sposa indossato da Kate Moss e disegnato da John Galliano..
.. e il super glamour abito da sposa creato da Lanvin che "Carrie Bradshaw" indossa nel film Sexy and the City durante il suo servizio fotografico per Vogue.
Insomma un sogno ad occhi aperti!
La serata è terminata con una cenetta e tante chiacchiere con una delle mie amiche blogger preferite, Francesca di Atelier Buffo!
Una di quelle belle serate che mi concedo raramente, dove mi sento in sintonia con questa città e la sua frenesia.
Tutte le volte, mi diverto così tanto che comincio a pianificare  una mostra la settimana, concerti da vedere, progetti da realizzare e chi più ne ha più ne metta. 
Alla fine però capita che tutti i buoni propositi finiscano in una specie di limbo perché la quotidianità di tutti i giorni ti schiaccia e ti stanca togliendoti tutte le forze.
Di base, anche per questo, da un anno a questa parte scrivo così poco.
Ma devo riprendermi perché così non si può proprio continuare..!

Per adesso vi abbraccio tutte e vi auguro di trascorrere un Buon week end!

A presto.
Annalisa